Home > Amministrazione trasparente > Enti controllati > lettura Enti controllati

Enti controllati

DLgs 14 marzo 2013, n. 33
articolo 22

Obblighi di pubblicazione dei dati relativi agli enti pubblici vigilati, e agli enti di diritto privato in controllo pubblico, nonchè alle partecipazioni in società di diritto privato.

1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 9-bis, ciascuna amministrazione pubblica e aggiorna annualmente:
a) l'elenco degli enti pubblici, comunque denominati, istituiti, vigilati o finanziati dall'amministrazione medesima nonchè di quelli per i quali l'amministrazione abbia il potere di nomina degli amministratori dell'ente, con l'elencazione delle funzioni
attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico affidate;
b) l'elenco delle società di cui detiene direttamente quote di partecipazione anche minoritaria indicandone l'entità, con l'indicazione delle funzioni attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attivita' di servizio pubblico affidate;
c) l'elenco degli enti di diritto privato, comunque denominati, in controllo dell'amministrazione, con l'indicazione delle funzioni attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico affidate. Ai fini delle presenti disposizioni sono enti di diritto privato in controllo pubblico gli enti di diritto privato sottoposti a controllo da parte di amministrazioni pubbliche, oppure gli enti costituiti o vigilati da pubbliche amministrazioni nei quali siano a queste riconosciuti, anche in assenza di una partecipazione azionaria, poteri di nomina dei vertici o dei componenti degli organi;
d) una o piu' rappresentazioni grafiche che evidenziano i rapporti tra l'amministrazione e gli enti di cui al precedente comma;
d-bis) i provvedimenti in materia di costituzione di società a partecipazione pubblica, acquisto di partecipazioni in società già costituite, gestione delle partecipazioni pubbliche, alienazione di partecipazioni sociali, quotazione di società a controllo pubblico in mercati regolamentati e razionalizzazione periodica delle partecipazioni pubbliche, previsti dal decreto legislativo adottato ai sensi dell'articolo 18 della legge 7 agosto 2015, n. 124.

2. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 9-bis, per ciascuno degli enti di cui alle lettere da a) a c) del comma 1 sono pubblicati i dati relativi alla ragione sociale, alla misura della eventuale partecipazione dell'amministrazione, alla durata dell'impegno, all'onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'amministrazione, al numero dei rappresentanti dell'amministrazione negli organi di governo, al trattamento economico complessivo a ciascuno di essi spettante, a risultati di bilancio degli ultimi tre esercizi finanziari. Sono altresì pubblicati i dati relativi agli incarichi di amministratore dell'ente e il relativo trattamento economico complessivo.

3. Nel sito dell'amministrazione è inserito il collegamento con i siti istituzionali dei soggetti di cui al comma 1.

4. Nel caso di mancata o incompleta pubblicazione dei dati relativi agli enti di cui al comma 1, è vietata l'erogazione in loro favore di somme a qualsivoglia titolo da parte dell'amministrazione interessata ad esclusione dei pagamenti che le amministrazioni sono tenute ad erogare a fronte di obbligazioni contrattuali per prestazioni svolte in loro favore da parte di uno degli enti e società indicati nelle categorie di cui al comma 1, lettere da a) a c).

5. Le amministrazioni titolari di partecipazioni di controllo promuovono l'applicazione dei principi di trasparenza di cui ai commi 1, lettera b), e 2, da parte delle societa' direttamente controllate nei confronti delle societa' indirettamente controllate dalle
medesime amministrazioni.

6. Le disposizioni di cui al presente articolo non trovano applicazione nei confronti delle società, partecipate da amministrazioni pubbliche, con azioni quotate in mercati regolamentati italiani o di altri paesi dell'Unione europea, e loro controllate.

Dlgs 14 marzo 2013, n. 33
articolo 22 commi 2, 3

2. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 9-bis, per ciascuno degli enti di cui alle lettere da a) a c) del comma 1 sono pubblicati i dati relativi alla ragione sociale, alla misura della eventuale partecipazione dell'amministrazione, alla durata
dell'impegno, all'onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'amministrazione, al numero dei rappresentanti dell'amministrazione negli organi di governo, al trattamento economico complessivo a ciascuno di essi spettante, ai risultati di bilancio degli ultimi tre esercizi finanziari. Sono altresì pubblicati i dati relativi agli incarichi di amministratore dell'ente e il relativo trattamento economico complessivo.

3. Nel sito dell'amministrazione e' inserito il collegamento con i siti istituzionali dei soggetti di cui al comma 1.

Enti controllati

DLgs 14 marzo 2013, n. 33
articolo 22

Obblighi di pubblicazione dei dati relativi agli enti pubblici vigilati, e agli enti di diritto privato in controllo pubblico, nonchè alle partecipazioni in società di diritto privato.

1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 9-bis, ciascuna amministrazione pubblica e aggiorna annualmente:
a) l'elenco degli enti pubblici, comunque denominati, istituiti, vigilati o finanziati dall'amministrazione medesima nonchè di quelli per i quali l'amministrazione abbia il potere di nomina degli amministratori dell'ente, con l'elencazione delle funzioni
attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico affidate;
b) l'elenco delle società di cui detiene direttamente quote di partecipazione anche minoritaria indicandone l'entità, con l'indicazione delle funzioni attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attivita' di servizio pubblico affidate;
c) l'elenco degli enti di diritto privato, comunque denominati, in controllo dell'amministrazione, con l'indicazione delle funzioni attribuite e delle attività svolte in favore dell'amministrazione o delle attività di servizio pubblico affidate. Ai fini delle presenti disposizioni sono enti di diritto privato in controllo pubblico gli enti di diritto privato sottoposti a controllo da parte di amministrazioni pubbliche, oppure gli enti costituiti o vigilati da pubbliche amministrazioni nei quali siano a queste riconosciuti, anche in assenza di una partecipazione azionaria, poteri di nomina dei vertici o dei componenti degli organi;
d) una o piu' rappresentazioni grafiche che evidenziano i rapporti tra l'amministrazione e gli enti di cui al precedente comma;
d-bis) i provvedimenti in materia di costituzione di società a partecipazione pubblica, acquisto di partecipazioni in società già costituite, gestione delle partecipazioni pubbliche, alienazione di partecipazioni sociali, quotazione di società a controllo pubblico in mercati regolamentati e razionalizzazione periodica delle partecipazioni pubbliche, previsti dal decreto legislativo adottato ai sensi dell'articolo 18 della legge 7 agosto 2015, n. 124.

2. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 9-bis, per ciascuno degli enti di cui alle lettere da a) a c) del comma 1 sono pubblicati i dati relativi alla ragione sociale, alla misura della eventuale partecipazione dell'amministrazione, alla durata dell'impegno, all'onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'amministrazione, al numero dei rappresentanti dell'amministrazione negli organi di governo, al trattamento economico complessivo a ciascuno di essi spettante, a risultati di bilancio degli ultimi tre esercizi finanziari. Sono altresì pubblicati i dati relativi agli incarichi di amministratore dell'ente e il relativo trattamento economico complessivo.

3. Nel sito dell'amministrazione è inserito il collegamento con i siti istituzionali dei soggetti di cui al comma 1.

4. Nel caso di mancata o incompleta pubblicazione dei dati relativi agli enti di cui al comma 1, è vietata l'erogazione in loro favore di somme a qualsivoglia titolo da parte dell'amministrazione interessata ad esclusione dei pagamenti che le amministrazioni sono tenute ad erogare a fronte di obbligazioni contrattuali per prestazioni svolte in loro favore da parte di uno degli enti e società indicati nelle categorie di cui al comma 1, lettere da a) a c).

5. Le amministrazioni titolari di partecipazioni di controllo promuovono l'applicazione dei principi di trasparenza di cui ai commi 1, lettera b), e 2, da parte delle societa' direttamente controllate nei confronti delle societa' indirettamente controllate dalle
medesime amministrazioni.

6. Le disposizioni di cui al presente articolo non trovano applicazione nei confronti delle società, partecipate da amministrazioni pubbliche, con azioni quotate in mercati regolamentati italiani o di altri paesi dell'Unione europea, e loro controllate.

Dlgs 14 marzo 2013, n. 33
articolo 22 commi 2, 3

2. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 9-bis, per ciascuno degli enti di cui alle lettere da a) a c) del comma 1 sono pubblicati i dati relativi alla ragione sociale, alla misura della eventuale partecipazione dell'amministrazione, alla durata
dell'impegno, all'onere complessivo a qualsiasi titolo gravante per l'anno sul bilancio dell'amministrazione, al numero dei rappresentanti dell'amministrazione negli organi di governo, al trattamento economico complessivo a ciascuno di essi spettante, ai risultati di bilancio degli ultimi tre esercizi finanziari. Sono altresì pubblicati i dati relativi agli incarichi di amministratore dell'ente e il relativo trattamento economico complessivo.

3. Nel sito dell'amministrazione e' inserito il collegamento con i siti istituzionali dei soggetti di cui al comma 1.

Consorzio Arezzo Revisioni e Collaudi Società Cooperativa

1) EFFETTUARE LE REVISIONE DEI VEICOLI E MOTOVEICOLI A MOTORE E DI RIMORCHI E SEMIRIMORCHI COSI' COME PREVISTO DALLA NORMATIVA VIGENTE IN MATERIA E DALLE RELATIVE E SUCCESSIVE MODIFICHE E INTEGRAZIONI; 2) ESERCITARE LE ATTIVITA' DI AUTORIPARAZIONI PREVISTE DALLA LEGGE 5 FEBBRAIO 1992 N. 122; 3) PROMUOVERE SISTEMI DI ACQUISTO COLLETTIVO DI BENI E SERVIZI, STIPULARE CONVENZIONI VANTAGGIOSE PER GLI ASSOCIATI NEI CONFRONTI DEI FORNITORI, SVOLGERE AZIONE CALMIERATRICE PROVVEDENDO ALL'APPROVVIGIONAMENTO PER CONTO DEI CONSORZIATI DELLE ATTREZZATURE E STRUMENTI DI LAVORO AD ESSI OCCORRENTI, NONCHE' OGNI ALTRA ATTIVITA' MUTUALISTICA TENDENTE AL CONSOLIDAMENTO ED ALLO SVILUPPO DEL SOCI; 4) PARTECIPARE DIRETTAMENTE E/O ORGANIZZARE LA PARTECIPAZIONE A GARE, AD APPALTI ED A LICITAZIONI SIA PRIVATE CHE PUBBLICHE, ONDE CONTRIBUIRE E COLLABORARE ALLA RICERCA DI LAVORO MEDIANTE L'ACQUISIZIONE DI COMMESSE DA AFFIDARE DIRETTAMENTE O IN PARTE IN ESECUZIONE ALLE IMPRESE SOCIE SECONDO CRITERI E MODALITA' CHE SARANNO STABILITI DAL REGOLAMENTO INTERNO O DALL'ORGANO AMMINISTRATIVO; 5) NOLEGGIARE E/O ACQUISTARE MACCHINE O ATTREZZATURE ATTE A COMPLETARE TUTTE LE ATTIVITA' DELLE AZIENDE ASSOCIATE NONCHE' ORGANIZZARE SERVIZI COMUNI PER L'UTILIZZO DI MACCHINE E/O ATTREZZATURE SPECIALI; 6) PROMUOVERE L'AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE DEI CONSORZIATI E LORO MAESTRANZE PROVVEDENDO ALL'ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DI CORSI DI AGGIORNAMENTO PER IMPRENDITORI E ALLA FORMAZIONE E SPECIALIZZAZIONE DELLE PROFESSIONALITA' OCCORRENTI ALLE IMPRESE CONSORZIATE; 7) SVOLGERE PROGRAMMI DI RICERCA TECNOLOGICA, DI SPERIMENTAZIONE TECNICA E DI RIDUZIONE DEL COSTI DI PRODUZIONE E DI AGGIORNAMENTO DELLE TECNICHE GESTIONALI; 8) ACQUISTARE IN COMUNE BENI STRUMENTALI E MATERIE PRIME SUSSIDIARIE; 9) ACQUISIRE, COSTRUIRE E GESTIRE IN COMUNE STRUTTURE PER LA REVISIONE DEGLI AUTOVEICOLI E MOTOVEICOLI E PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI; 10) PRESTARE CONSULENZE E ASSISTENZA TECNICA; 11) EFFETTUARE IL CONTROLLO QUALITATIVO DEI PRODOTTI DELLE IMPRESE CONSORZIATE; 12) CREARE MARCHI DI QUALITA' E COORDINARE L'ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI EROGATI DAI SOCI; 13) GESTIRE CENTRI MECCANOGRAFICI E CONTABILI O ALTRI SERVIZI IN COMUNE; 14) SVOLGERE OGNI ALTRA ATTIVITA' COMUNQUE ATTINENTE, CON LE FINALITA' DELLA LEGGE N. 240 DEL 21 MAGGIO 1981 ED OGNI ALTRA DISPOSIZIONE IN MATERIA DI CONSORZI. LA SOCIETA' COOPERATIVA POTRA' COMPIERE TUTTE LE OPERAZIONI MOBILIARI, IMMOBILIARI E FINANZIARIE (ANCHE NELLA FORMA LEASING PASSIVI) NECESSARIE ED UTILI PER IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI SCOPI SOCIALI E PERTANTO POTRA' ACQUISTARE BENI MOBILI ED IMMOBILI, CONTRARRE MUTUI, CONCEDERE IPOTECHE SUI BENI SOCIALI NONCHE' CONCEDERE FIDEJUSSIONI ED OGNI ALTRA GARANZIA REALE E PERSONALE. ATTIVITA' TUTTE, COMUNQUE, QUESTE ULTIME, NON DIRETTE AL COLLOCAMENTO PRESSO TERZI OVVERO ALLA RACCOLTA DEL RISPARMIO, OVVERO RIVOLTE AL PUBBLICO, MA TUTTE STRUMENTALI E FINALIZZATE AL RAGGIUNGIMENTO DELL'OGGETTO DI CUI AI PRECEDENTI COMMI DEL PRESENTE ARTICOLO. LA SOCIETA' POTRA' SVOLGERE LA PROPRIA ATTIVITA' ANCHE CON TERZI.

Partecipazione dell'ente
Misura di partecipazione: 6,25%
Durata dell'impegno: 31/12/2050
Oneri complessivi:

Nessun onere

Incarichi amministrativi e relativo trattamento economico

Presidente dott. Bernardo Mennini

Compenso Lordo Euro 0

Gettoni presenza Euro 0

Totale compenso lordo erogato Euro 0

Rappresentati negli organi di governo

Risultati di bilancio

2023 € 29

2022 € 8

2021 € 4

2020 € 3

2019 € 17

2018 € 6

Dichiarazione sulla insussistenza di una delle cause di inconferibilitą dell'incarico: https://arezzo.aci.it/amministrazione-trasparente/index.php?id_oggetto=3&id_doc=43028
Dichiarazione sulla insussistenza di una delle cause di incompatibilitą al conferimento dell'incarico: https://arezzo.aci.it/amministrazione-trasparente/index.php?id_oggetto=3&id_doc=43028
Contenuto creato il 12-11-2020 aggiornato al 27-05-2024
Facebook Twitter Linkedin
Il Portale Amministrazione Trasparente dell'Automobile Club è basato sul riuso della soluzione applicativa PAT. CREDITI